mercoledì 28 settembre 2016

Così non si può andare avanti

Così si sfoga una donna italiana, laureata e precaria da sempre non per libera scelta:
"Mi fanno lavorare 9 mesi e me ne pagano 5. Ora lo stato mi chiede di versare 3200 euro di tasse calcolate sul reddito 2015 e io dove li prendo? Questa cifra equivale a più di 2 mesi di stipendio che, aggiunti ai 4 che mi hanno fatto lavorare gratis, diventano 6 mesi di lavoro senza percepire un centesimo. 6 mesi su 9 gratis a 12 ore al giorno via da casa, vi sembra possibile poter crescere ed educare dei figli come sarebbe giusto? Niente ferie né malattia né tredicesima e quattordicesima, tutto questo per quasi 20 anni trascorsi ad occuparmi della vostra salute. Siamo solo a settembre e a più di 40 anni mi vedo costretta a chiedere un prestito alla mamma pensionata.... ".

Nessun commento:

Posta un commento